FRASE123.GIF

Pagine Marine XIII

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Una moneta per la forma;

l’hai corrosa per secoli

l’hai macinata

tra ciottoli e sabbia.

La risputi ora ai miei piedi

come cosa indigesta.

E’ fortuna

tenerla nella palma, innocua.

Un’arma negli artigli

di un mercante di schiave.

Il prezzo della vergogna,

il lamento di vergine

venduta

altre infamie ricorda.

In te si è purificata

ha perso ogni scoria

ha indossato

un saio verde scuro

da novizia.

Te la rendo

perchè non sia più di baratto

perchè tu la custodisca

per secoli ancora,

mare.

 

di Fedor Nicolay Smejerlink

Il Mio Scrittoio  mette a disposizione il sito per tutti coloro che vogliono far conoscere i propri scritti letterari o le proprie opere attraverso un mezzo informatico. Gli autori che pubblicano sul sito non cedono alcun diritto a Il Mio Scrittoio e rimangono pienamente titolari e proprietari dei loro diritti d'autore.  Il Mio Scrittoio non è responsabile del contenuto e della qualità dei testi pubblicati, e dell'eventuale uso fraudolento di terzi che dovesse derivare dalla disponibilità del testo on line. Tutti i loghi e i marchi di fabbrica, in questo sito, sono dei rispettivi proprietari. Tutti gli articoli, i testi ed i commenti sono di proprietà di chi li scrive, tutto il resto © 2006 di Sergio Melecrinis