FRASE248.GIF

SOFFERMARCI

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Non ci coglie

pensiero smarrito di cose

nuove, l’assurdo ch’è denso

di vero nell’animo.

Declinante ogni anelito

tace, forgia rovente

si spegne come in sogno

l’immagine,

il correre vano per falsi

desideri di là d’ogni

concezione.

Soffermarci è inutile

sull’abisso di un’anima

corrosa da un impeto di palpiti

innaturali

come su cresta d’onda,

impossibile.

Geme il tronco contorto

dai venti che la tempesta

di dentro seconda

e non cede,

non cede di nulla.

E’ fulcro l’immagine

e l’anima è zolla bagnata

di sangue, sazia.

Soffermarci non vale:

nei fondali opachi

s’infanga uno spicchio di cielo

la luce vi penetra

torbida. Che corra

di là d’ogni ostacolo

il pensiero ribelle

e sconvolga.

 

Fedor Nicolay Smejerlink

Il Mio Scrittoio  mette a disposizione il sito per tutti coloro che vogliono far conoscere i propri scritti letterari o le proprie opere attraverso un mezzo informatico. Gli autori che pubblicano sul sito non cedono alcun diritto a Il Mio Scrittoio e rimangono pienamente titolari e proprietari dei loro diritti d'autore.  Il Mio Scrittoio non è responsabile del contenuto e della qualità dei testi pubblicati, e dell'eventuale uso fraudolento di terzi che dovesse derivare dalla disponibilità del testo on line. Tutti i loghi e i marchi di fabbrica, in questo sito, sono dei rispettivi proprietari. Tutti gli articoli, i testi ed i commenti sono di proprietà di chi li scrive, tutto il resto © 2006 di Sergio Melecrinis