FRASE63.GIF

Senza Barlume

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nell'oscurità profonda dell'abisso

un'ombra fosca si aggira silenziosa

e cupa. Stilla. La goccia si frange

opaca sul fondo catramoso e smorto.

 

Un velo sinistro pervade, nella notte,

l'etere già torvo; un olezzo afoso, di acre

intriso, s'innalza; si spande pesante e gobbo.

Solitudine indistinta, misteriosa e fitta.

 

Si spegne, nel buio sordo delle tenebre,

la torbida sagoma confusa.

Stride l'orrido baratro; un gemito

penetrante inarca lo spazio denso attorno.

 

Bieco, cavernoso e grave

s'intrica l'oblio con l'estinzione.

Spettrale, nel tetro scempio,

la morte offusca e inghiotte.

 

Mesto il corvo inorridito tace.

 

NonSoloGrigio

Il Mio Scrittoio  mette a disposizione il sito per tutti coloro che vogliono far conoscere i propri scritti letterari o le proprie opere attraverso un mezzo informatico. Gli autori che pubblicano sul sito non cedono alcun diritto a Il Mio Scrittoio e rimangono pienamente titolari e proprietari dei loro diritti d'autore.  Il Mio Scrittoio non è responsabile del contenuto e della qualità dei testi pubblicati, e dell'eventuale uso fraudolento di terzi che dovesse derivare dalla disponibilità del testo on line. Tutti i loghi e i marchi di fabbrica, in questo sito, sono dei rispettivi proprietari. Tutti gli articoli, i testi ed i commenti sono di proprietà di chi li scrive, tutto il resto © 2006 di Sergio Melecrinis