FRASE210.GIF

home

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva

Il grande segreto, taciuto occultato,

quello che al mondo non venne svelato.

Al sommo, l’eletta confidarsi aspirava,

ma ogni gradino affrontar le toccava.

Ferma, tenace, caparbia e ostinata,

anche dal papa, fu infine sdegnata.

Il mistero divino, riportato e fedele,

colpiva funesto: per il clero fu fiele!

La Chiesa, la trama volle cambiare,

e a loro piacere il mondo stuprare:

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Ecco, Signore, se dell’universo

tu sei il fondatore,

se hai creato la terra

ed il mare e le stelle,

se ai liberi uccelli hai dato le ali

se hai fatto i pesci nelle acque guizzare

se a tutte le belve hai dato gli artigli

e un misero cuore hai dato ai conigli,

se ad ogni cosa un nome

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Volle te, pallido fiore, al Suo fianco

e ti investì di amore intenso

perché sprigionassi il profumo

racchiuso nell’umile boccio.

Ora mi sembri fatta di cera

e di carne, creatura infinita

plasmata dalla Sua mano divina

per un disegno inconoscibile.

Io sarò curvo dagli anni e tu curva

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Io la morte l’ho vista

serena sul volto del padre,

come sonno ristoratore.

Cinquant’anni fra i bimbi

nell’umile scuola

ove fiorian le speranze,

dove egli solo sapeva

i sogni di giovini cuori.

Li ritrovò per le vie

con i volti emaciati

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

A Turi avevano detto che quella sarebbe stata una vita da cani, esposto sempre al freddo e alle intemperie e, quando il sole scotta, al riverbero del pietrisco infocato che brucia gli occhi e incolla la lingua al palato; avevano insistito ché rimanesse tra loro, perché il pane sul mare lo si guadagna comunque e che infine un aiuto, un consiglio, un conforto se lo potevano dar l’un l’altro, venuti insieme su dall’infanzia, con negli occhi stemperato il ceruleo di quel mare limpido e immenso,

dal quale non potevano staccarsi senza un rimpianto nel cuore e un senso di smarrimento nell’animo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Soleva dire, a chi ancora gli chiedeva perché i figli amavano il lavoro come il diavolo l’acqua santa, che lo sbaglio più grosso della sua vita era stato quello di avere sposato la figlia di Antonio Ballotta, che terre al sole ne aveva tanta da poter dare lavoro a tutta la gente di Majerato e di Sant’Onofrio messa insieme, ma che lui non si era mai preoccupato di andare a vedere quanto era lunga e quanto era larga per non far la fatica di percorrerla a piedi.

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Esca senza profumo, luce.

Colmi di colori le cose

di pensieri le anime, odi

il brulichio della terra.

Di male è testimone l’intima

fibra di te, tenui contrasti

che ti percuotono, deviano

un’onda che sola poteva

fissare un attimo dell’infinito.

Sottocategorie

Il Mio Scrittoio  mette a disposizione il sito per tutti coloro che vogliono far conoscere i propri scritti letterari o le proprie opere attraverso un mezzo informatico. Gli autori che pubblicano sul sito non cedono alcun diritto a Il Mio Scrittoio e rimangono pienamente titolari e proprietari dei loro diritti d'autore.  Il Mio Scrittoio non è responsabile del contenuto e della qualità dei testi pubblicati, e dell'eventuale uso fraudolento di terzi che dovesse derivare dalla disponibilità del testo on line. Tutti i loghi e i marchi di fabbrica, in questo sito, sono dei rispettivi proprietari. Tutti gli articoli, i testi ed i commenti sono di proprietà di chi li scrive, tutto il resto © 2006 di Sergio Melecrinis