Pagine Marine V

Stampa

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Un gregge, senza meta,

tra l’arenile e la sterpaglia,

a testa bassa.

E’ mostruoso questo tacito

andare.

Una nube nel cielo

bianca, vaga.

Si specchia nelle tue acque,

informe.

Fra poco la berranno

in una forra,

sulle rade foglie della brughiera

bruciate

dal tuo alito salino.

E attenderanno

che ne venga su

un’altra, più gonfia.

Dissetarle non puoi

con le acque tue salse

mare.

 

Fedor Nicolay Smejerlink