A Te

Stampa

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Volle te, pallido fiore, al Suo fianco

e ti investì di amore intenso

perché sprigionassi il profumo

racchiuso nell’umile boccio.

Ora mi sembri fatta di cera

e di carne, creatura infinita

plasmata dalla Sua mano divina

per un disegno inconoscibile.

Io sarò curvo dagli anni e tu curva

in preghiera imiterai i miei passi

stanchi quando è sera per noi

della vita; Ma la tua lieta, serena

trascorre e solitudine struggente

è la mia  che invoco con la voce

amara del pellegrino che ha sete

le ignote fonti del Vero e lontane

le immagina in un deserto infocato

mentre potrebbe sulle ginocchia

piegarsi e sentirne il murmure

come cosa viva che gli riempia

il petto di gioia e il ciglio di pianto.

 

 Fedor Nicolay Smejerlink