La mia casa di viale Tiziano

Stampa

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

La mia casa

è una piccola tana

sospesa tra alberi altissimi

e un sentiero d’argilla.

Ignora la luce del sole

la luce del giorno;

vi splende soltanto

lo sguardo d’un piccolo bimbo.

Lo sguardo del nonno

s’è spento nel buio, per sempre.

Il mio bimbo

cerca ansioso fra i pini

il cinguettio dolce

dei passeri

e nel cielo la mamma.

Gli ho detto ch’è andata lassù

ad approntargli

una casa più bella

tra nuvole e stelle.

Vorrebbe vederla

la sua mamma

il mio piccolo bimbo,

ma teme che stanca

ella dorma

tra gli alberi altissimi in cielo.

Un velo di pianto

nei trepidi occhi si pinge

col tremulo dito fa cenno

invocando

che il canto de’ passeri

amici la svegli,

che torni a sorridere ancora

a far lieta

la triste dimora, sospesa

tra gli alberi altissimi

e un sentiero d’argilla.

 

di Fedor Nicolay Smejerlink